mercoledì 12 dicembre 2018

Natale 2018 a Milazzo, Ecco il Programma delle Manifestazioni


Ufficializzato il programma di Natale 2018. Tutte le manifestazioni

L’assessore al Turismo Piera Trimboli ha ufficializzato il programma delle iniziative natalizie che si apriranno domani – giovedì 13 dicembre – per concludersi il 6 gennaio. Una serie di appuntamenti che coinvolgono le realtà locali (associazioni, scuole di ballo), i gruppi teatrali e sportivi e che avrà come location sia il teatro Trifiletti, sia villa Vaccarino. Anche quest’anno la notte di San Silvestro ci sarà il capodanno in piazza curato dalla Pro loco Milazzo.
Ecco il dettaglio degli eventi.

Giovedì 13 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 20.30: A tempo di danza di Luana Gaipa Spettacolo “Il fantasma dell’opera” - “Ritorno al passato ‘50/’60/’70”;

Sabato 15 dicembre, Villa Vaccarino, h. 16.00: Saggio di danza Scuola Tweety Dance; Babbo Natale e Cornamusa - Antonio Catanese e Natale Mangano;

Sabato 15 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 19.00: DREAM DANCE di Cetty Salvadore Spettacolo di danza “Natale al cinema”;

Sabato 15 e domenica 16 dicembre, Sala a Vetri, dalle ore 08.00 alle ore 20.00: “Il sorriso di Roberta per l’Unicef - Progetto Pigotta”;

Domenica 16 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 18.00: Stagione Teatrale QUINTEATRO “Vinni a u’ munnu” con Martina Zuccarello;

Domenica 16 dicembre, Villa Vaccarino, h. 17.30 “Natività storia e iconografia” a cura di Valentina Certo; “Trio Jazz” Marco Amoroso, Andrea Messina, Roberto Scolaro;

Domenica 16, Lunedì 17, Martedì 18, Via Giacomo Medici “Mercatino della solidarietà del Natale” Jeshua;

Lunedì 17 Dicembre, Teatro Trifiletti : h. 18,30 anteprima proiezione film “Il destino degli uomini” biografia dell’eroe siciliano Luigi Rizzo;

Mercoledì 19 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 20.30: “Oh Happy Day”, Gospel Project a cura dell’ Ensamble Vocale Cantica Nova, ingresso gratuito;

Giovedì 20 dicembre, Villa Vaccarino, h. 17.00: “Coro natalizio siciliano” a cura dell’Istituto terzo comprensivo Milazzo - Scuola dell’Infanzia, Scuola Primaria di Carrubaro, Scuola Primaria di Santa Marina;

Giovedì 20 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 20.30: A.S.D. “Soul Dance” - Spettacolo “La piccola fiammiferaia”;

Venerdì 21 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 20.30, “Il Dono, L’emozione del Natale in arte, parola e musica” a cura dell’Ass. “Il pozzo di Sicar”;

Sabato 22 dicembre, Villa Vaccarino, h. 17.30, “Concerto Cantautorale” a cura di Marco Amoroso;

Sabato 22 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 16.00: Labo di Barresi a cura dell’Assessorato Servizi Sociali;

Domenica 23 dicembre, Villa Vaccarino, h. 10.30: “Natale per tutti” a cura dell’Associazione Jeshua; h. 17.30 “Incontro d’Autore” a cura di Donatella Manna, Valentina Di Salvo, Anna La Rosa, Melinda Giorgianni;

Domenica 23 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 18.00: A.S.D. DIAMOND DANCE Spettacolo di Natale “A Christmas Carol” - Ingresso libero;

Mercoledì 26 dicembre, Villa Vaccarino, h. 17.30: “Fra le pagine chiare e le pagine scure” - Il Natale dei Cantautori, a cura di Michele Catania, Andrea Sposari, Andrea La Cara;

Giovedì 27 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 21.00: “Concerto di Natale”, Banda Musicale di Milazzo “P. Mascagni”;

Venerdì 28 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 18.00: Spettacolo teatrale “Storia di un megalomane”;

Sabato 29 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 18.00: Stagione Teatrale QUINTEATRO “C’è qualcuno alla porta” Sir Luis Production;

Sabato 29 dicembre, Chiesa del Carmine, h. 19.00: “Oh Happy Day”, Gospel Project a cura dell’ Ensamble Vocale Cantica Nova;

Domenica 30 dicembre, Teatro Trifiletti, h. 17,30: Ass. Cult. “DIETRO LE QUINTE” Spettacolo teatrale “Tredici a tavola”;

Martedì 1 gennaio 2019, Piazza della Repubblica, h. 00,30: “Capodanno in Piazza 2019” con “Happy Ending” e a seguire Dj set;

Giovedì 3 gennaio 2019, Teatro Trifiletti, h. 20.30: Ass.Sportiva Culturale “Dancing Art” Spettacolo “Nel Cuore di Verona, Romeo e Giulietta l’amore eterno”;

Venerdì 4 gennaio 2019, Teatro Trifiletti, h. 21.00: Associazione Culturale “Medusa” - performance artistiche “Tra sogno e realtà - solo andata”;

Sabato 5 gennaio 2019, Palazzo D’Amico h. 18.00: Ass. Art. Culturale “CDR Music” - CONCERTO Tenore Giuseppe Italiano e gli allievi dell’Accademia di canto “Vocalize”;

Domenica 6 gennaio 2019, Teatro Trifiletti, h.18:00 (replica ore 21 solo in caso di esaurimento posti): Ass. Grammelot di Fabio La Rosa - Commedia in due atti “Il cuore non dimentica”.

Domenica 6 gennaio 2019, Chiesa del Sacro Cuore, h. 21,00: “Concerto dell’Epifania” a cura dell’ Ensamble Vocale Cantica Nova;

Domenica 6 gennaio 2019, Villa Vaccarino, h. 17.30: “Concerto di chitarra” a cura di Antonio Andaloro;

Mercatino di Natale Milazzo, Salta la Manifestazione nel Centro


Mercatino di Natale, a gestirlo doveva essere l’associazione “Klaro”, invece anche quest'anno Milazzo non avrà il suo tradizionale mercatino nel centro storico.

L’associazione “Klaro”con sede in Milazzo doveva occuparsi della gestione degli spazi espositivi, ma ha fatto un passo indietro sembrerebbe per i costi molto alti non calcolati in fase di bando.

Era stata l’unica istanza pervenuta al Comune che nelle scorse settimane aveva pubblicato il bando per individuare il gestore dopo che la prima seduta è andata deserta.

Le zone individuate per lo svolgimento dell'evento dovevano essere: Piazza Perdichizzi, Piazza Duomo, via Giacomo Medici, Atrio del Carmine, Marina Garibaldi compresa area demaniale ed è facoltà del gestore utilizzarne una sola di esse, a scelta, oppure entrambe contemporaneamente.
L’iniziativa prevedeva un’esposizione di prodotti tipici legati alle festività, comprendendo quindi addobbi natalizi, presepi, prodotti artigianali, accessori per la casa tipici del Natale, articoli da regalo in legno, ceramica, vetro e ferro battuto, candele, oggetti sacri, piante, fiori ed alberi di Natale e prodotti enogastronomici e dolciari della tradizione.

E’ andata deserta anche la gara per l’organizzazione del mercatino dell’antiquariato.

Un ulteriore fallimento che conferma l'incapacità di questa amministrazione a realizzare qualcosa di costruttivo per il centro storico. Una mancanza di progettualità a pochi giorni dall'inaugurazione del nuovo centro commerciale "Rotonda Shopping Center" che darà un altro duro colpo all'economia di una città già messa in ginocchio da una crisi economica senza precedenti.  

martedì 11 dicembre 2018

Luigi Rizzo, al Trifiletti il Film che Racconta la Storia del Milazzese


Lunedì 17 al Trifiletti la proiezione del docufilm su Luigi Rizzo

Sarà presentato lunedì 17 alle 18.30 al Teatro Trifiletti il docufilm "Il destino degli uomini" - Luigi Rizzo, un eroe siciliano - firmato dal regista Leonardo Tiberi.

Dopo la "prima" realizzata a Roma alla presenza delle più alte cariche della Marina Militare (in rappresentanza della città di Milazzo è intervenuto l’esperto alle attività istituzionali, Pierpaolo Ruello, Baires Produzioni e Istituto Luce Cinecittà hanno raccolto l'invito del sindaco Giovanni Formica e hanno deciso di presentare il film su Luigi Rizzo con una prima siciliana nella città natale dell'Eroe alla presenza delle Istituzioni locali, della Famiglia Rizzo e, in particolare, della Contessa Guglielmina Rizzo Bonaccorsi, figlia dell'Ammiraglio.
Un docufilm che ha il pregio di unire le immagini originali del tempo (restaurate e digitalizzate da Istituto Luce) con parti recitate affidate ad un cast di pregio dove il ruolo di Luigi Rizzo è interpretato dall'attore Andrea Sartoretti che per l'occasione, insieme al regista Leonardo Tiberi, sarà presenti al Trifiletti.
"Come assessore ai Beni Culturali - afferma Salvo Presti - non potevo contare su una chiusura migliore per le attività legate al Centenario della Prima Guerra Mondiale e alla pagina di storia che Milazzo ha scritto con le celebrazioni di Ottobre scorso per Luigi Rizzo. Abbiamo condiviso un percorso eccezionale con la Marina Militare nell'intento comune di valorizzare il nostro concittadino. Attraverso la straordinaria storia di Luigi Rizzo abbiamo portato Milazzo oltre lo Stretto. Penso alla nuova pubblicazione di Girolamo Fuduli "Luigi Rizzo, Eroe senza tempo", al Concerto della Banda della Marina Militare, allo speciale di Lineablu su RaiUno lo scorso 4 Novembre. Un percorso tracciato che nel tempo mi auguro possa proseguire e consolidarsi. E la proiezione del docufilm di Leonardo Tiberi è un dono alla città di Milazzo che merita la più nutrita partecipazione dei cittadini come già avvenuto nei giorni della Consegna del Tricolore alla Fregata Rizzo".

"Il destino degli uomini" è stato realizzato con il contributo di Regione Veneto, in associazione col Gruppo Banco Desio, il patrocinio del Ministero della Difesa e la collaborazione della Marina Militare.



VIDEO:

Consiglio Comunale Milazzo, Maurizio Capone Convoca la Seduta



Stasera ripresa dei lavori del consiglio comunale

Il vicepresidente del consiglio comunale Maurizio Capone ha convocato questa sera alle 19 i lavori d’Aula per proseguire la trattazione degli argomenti iscritti all’ordine del giorno della sessione ordinaria non ancora conclusa. 

Tra i vari argomenti le interrogazioni dei consiglieri Antonio Foti sulla manutenzione del Castello e Franco Rizzo e Pippo Midili sulla mancanza di loculi al cimitero.

Sarà invece convocata nei prossimi giorni la seduta sulla sosta a pagamento dopo che venerdì sera i lavori sono saltati per l’assenza di coloro che erano preposti alla verbalizzazione. Sull’accaduto nove consiglieri comunali hanno diramato una nota di protesta.

«Quanto verificatosi non ha precedenti nella storia di questo Comune – hanno scritto Francesco Alesci , Pippo Midili, Franco Rizzo, Santino Saraó, Antonio Foti, Franco De Gaetano, Mario Sindoni, Gaetano Nanì e Rosario Piraino – La seduta di Consiglio non si è potuta aprire per l’assenza del Segretario verbalizzante o dei relativi sostituti. È la goccia che fa traboccare il vaso al termine di una lunga serie di atteggiamenti di ostruzionismo nei confronti dei Consiglieri Comunali».

«In una serata in cui si sarebbe dovuto discutere di un argomento di fondamentale importanza per la città e per 24 famiglie di altrettanti lavoratori – continua la nota – in aula non si sono presentati, per l’ennesima volta, né i dirigenti e i funzionari degli uffici richiesti né i componenti dell’amministrazione comunale. Per questi motivi abbiamo deciso di occupare simbolicamente l’aula, come segno di immediata protesta per le continue azioni che ad oggi hanno impedito di discutere di Regolamenti, di fatti fondamentali e importanti per la città e in ultimo del futuro di 24 lavoratori che sembra non interessare al Sindaco e alla sua Giunta».

Antichi Mestieri a Milazzo, Finanziamento di 45 Mila euro


Antichi mestieri, assegnato al Comune finanziamento di 45 mila euro

Il Comune di Milazzo è uno dei 19 Comuni siciliani che potrà avviare scuole degli antichi mestieri e delle tradizioni popolari grazie a un finanziamento di quasi un milione di euro concesso dalla Regione. 

L’assessorato dei Beni culturali e dell’identità siciliana ha infatti definito la graduatoria dei progetti presentati – come previsto dalla Legge di stabilità del 2018 – per l’acquisto di arredi, attrezzature, per spese di avviamento e promozione.

Il progetto approvato al Comune di Milazzo si chiama “Maestro d’ascia per costruzione e riparazione barche da pesca”. A idearlo l’assessore ai Beni Culturali Salvo Presti con l’esperto alle Politiche comunitarie Giovanni Mangano. La somma messa a disposizione dalla Regione ammonta a 45 mila euro.
Il bando puntava a supportare chi è impegnato a mantenere la memoria storica di un territorio.

I settori individuati appartengono alle tradizioni delle attività: agricole, maestri d’ascia, musica, folclore, cantastorie, lavorazione della pietra, costruzione di carretti siciliani, artigianato, realizzazione di barche tradizionali, cultura marinaresca, canti popolari, cucina, pupi siciliani.

Entro fine mese saranno erogate le prime anticipazioni delle somme, nella misura dell’80 per cento del totale finanziato. Il saldo nel 2019.

lunedì 10 dicembre 2018

Milazzo. L'Informazione è un Lusso, Ecco il Documento Diffida RAM


Le grandi industrie continuano ad inquinare mentre una nota testata giornalistica invece di informare i cittadini nasconde le gravi violazioni commesse sul territorio.

La nota testata giornalistica online sembra voler nascondere che la diffida sia legata a violazioni dell’A.I.A., che anzi secondo lo stesso giornale online “c’entra poco”.
Di seguito dimostriamo che, in realtà basta leggere il documento per capire che la realtà è ben diversa: la diffida è infatti dovuta proprio alle violazioni dell’AIA da parte della Raffineria, riscontrate nell’ultima ispezione di aprile 2018.

Anzi come riporta il rapporto conclusivo dell’ispezione di Aprile “per effetto della visita in loco ISPRA, d’intesa con ARPA Sicilia – ST di Messina, ha accertato la violazione delle seguenti prescrizioni dell’atto autorizzativo…“



Cari Milazzesi noi di ViviMilazzo ci poniamo delle domande: 

- Qual è la fonte misteriosa del finto “scoop” sulla diffida del Ministero?

-Perchè il giornale online ha cercato di far credere che la diffida non c’entrasse nulla con  le violazioni commesse dalla Raffineria?

- Perchè la testa giornalistica online ha addirittura messo in dubbio l’esistenza stessa di tali violazioni?

- Si è trattato di un semplice abbaglio o cercava di coprire qualcuno? 

Precari Comune Milazzo, Oggi Protesta Contro le Continue Proroghe



Precari e dipendenti del Comune di Milazzo in protesta questa mattina d'avanti al palazzo municipale.

Per Milazzo il dissesto delle casse comunali rappresenta un grosso problema che crea non poche preoccupazioni per poter stabilizzare i 162 precari.

Un corsa contro il tempo che, per colpa dei ritardi nell'approvazione dei bilanci fermo al 2014 oggi arrivato in extremis al 2016, non ha permesso di risolvere definitivamente lo spinoso problema dei precari in scadenza.
Ogni anno la regione non affronta il problema, rinviando una soluzione concreta per i dipendenti del comune di Milazzo che a distanza di anni non possono vivere in tranquillità come i tanti precari presenti in tutta la regione, infatti, come ogni fine anno arriva la pezza con ennesima proroga arrivata dalla variazione di bilancio 2018 all'Assemblea Regionale.

domenica 9 dicembre 2018

Raffineria di Milazzo, Sindaco e Stampa Tentano di Disinformare



Versione Corretta 

Il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha rivelato che la Raffineria di Milazzo ha violato le prescrizioni A.I.A. che è tenuta a rispettare, e che proprio per tali violazioni gli avrebbe inviato una diffida.

A questo punto ci saremmo aspettati sia dalla stampa, sia dal Sindaco di Milazzo, quale massima autorità sanitaria locale, che cercassero di andare a fondo in questa clamorosa rivelazione, ponendosi domande del tipo “Quali prescrizioni sono state violate? Con quali conseguenze? La magistratura ne è al corrente?”.

Apprendiamo che subito dopo la “rivelazione” il Sindaco Formica ha effettivamente scritto al Ministro Costa, ma non per porgli queste doverose domande, bensì per chiedergli di rettificare un post su facebook (sic!).
In altre parole il Sindaco, anzichè preoccuparsi della salute dei suoi concittadini, ci tiene a precisare che “a Milazzo non c'è e non c'è mai stata una via delle parrucche”, bensì solo a Pace del Mela, distante ben 1 km (!) dai confini comunali milazzesi.  

Come se i malati e i rischi di patologie tumorali siano solo a Pace del Mela e non anche a Milazzo. Come se gli aumentati rischi sanitari riscontrati in vari studi (metalli nelle urine, alterazioni gonadiche, acromegalia, tumori del SNC, malattie respiratorie, malattie psichiatriche, mortalità perinatale, nati pretermine, malformazioni congenite, ecc..) siano solo a Pace del Mela e non in tutta la valle del Mela, Milazzo compresa.

Certamente compito del Sindaco è anche curare l'immagine del proprio comune, che possiede senza dubbio delle bellezze e delle ricchezze uniche al mondo. Bellezze che attraggono giustamente sempre più turisti e che potrebbero attrarne molti di più se non fossero deturpate dalla raffineria e dalla centrale elettrica attigua, che, come afferma il Piano Paesaggistico, costituiscono i maggiori fattori di degrado del paesaggio locale, con ricadute negative per l’economia dell’intera provincia.

Per curare l’immagine di Milazzo in maniera più credibile bisogna far si che a Milazzo le industrie pesanti rispettino le regole (e invece pare che non sempre così) e soprattutto che queste regole siano sufficienti a garantire la salute dei cittadini (e invece non è così, anche perchè il Sindaco Formica a marzo ha ritirato le “prescrizioni sanitarie” che avrebbero garantito la salute dei cittadini).

Insomma l’atteggiamento del Sindaco somiglia molto a quello di certi politici siciliani che fino a pochi decenni fa negavano l'esistenza della mafia, con la scusa di difendere l'immagine della Sicilia. Ma non è certo nascondendo la testa sotto la sabbia ed evitando di risolvere i problemi che si cura l'immagine di un territorio.

Anche la Gazzetta del Sud preferisce far passare sotto traccia la vera notizia (il mancato rispetto delle prescrizioni A.I.A. da parte della Raffineria), dando invece grande risalto alla polemicuccia da quattro soldi del Sindaco Formica. Anzi la Gazzetta rincara la dose parlando di “gaffe clamorosa” del Ministro. Di clamorosa in questo caso c'è solo la mediocrità di chi costruisce articoloni sul nulla, mentre fa passare sotto traccia le vere notizie.

In una gaffe clamorosa è invece incappata sul serio un’altra importante testata locale, OggiMilazzo, che in un articolo stamane  pretenderebbe di chiarire “tutta la verità” sulla vicenda, affrettandosi ad affermare che l’A.I.A. “c’entra poco”. 

In altre parole OggiMilazzo vorrebbe smentire che la Raffineria abbia violato alcune prescrizioni dell’Autorizzazione Integrata Ambientale. 

In realtà quanto sostenuto da OggiMilazzo è smentito da vari documenti pubblicati sul portale del Ministero, in cui si evidenziano diverse violazioni di prescrizioni A.I.A. riscontrate mediante un'ispezione di Ispra e Arpa nel mese di aprile 2018, in ragione delle quali ha fatto seguito la diffida citata dal Ministro Costa. 

Insomma OggiMilazzo, oltre a fare una gaffe, aggiunge ulteriori interrogativi. A che titolo OggiMilazzo pretende di smentire il Ministro dell’Ambiente? Qual è la fonte che l’ha indotta a fare la gaffe, cercando di depistare l’opinione pubblica?


Riceviamo e Pubblichiamo
Comitato dei cittadini contro l'inceneritore del Mela
Versione Corretta

Milazzo. Prescrizione in Arrivo Tributi 2013, Ecco Quando Non Pagare


Milazzo. Come ogni anno per evitare la Prescrizione il Comune invia solleciti di pagamento per tributi e tasse non pagate dai cittadini. 

Il Comune di Milazzo per interrompere il termine di prescrizione relativo a debiti fatturati nel 2013, sta provvedendo all'invio di migliaia di raccomandate a.r. con lo scopo di consentire l'interruzione della prescrizione di cartelle di pagamento per Imu e Tares poi diventata Tari ( imposta sui rifiuti).

Ricordiamo che per la giurisprudenza si deve innanzitutto trattare di una comunicazione inviata con raccomandata a.r., posta elettronica certificata (pec), telegramma o fax, ossia una modalità che per interrompere la prescrizione.
LA PRESCRIZIONE
Bollette luce, acqua o gas riferita a consumi di oltre due anni fa non devi più pagare. ( A partire dal 1° gennaio 2018, le bollette della luce, dell’acqua e del gas si prescrivono in 2 anni. La prescrizione riguarda solo quelle che verranno emesse a partire da questa data e non per quelle precedenti già emesse, come in questo caso per il Comune di Milazzo prescrizione prevista il 31 Dicembre 2018).
Invece, è prevista la prescrizione di cinque anni tutti per i debiti da pagarsi con cadenza annuale o frazioni inferiori (ad esempio ogni mese, ogni bimestre, ecc.). Resta quindi di cinque anni la prescrizione delle bollette del telefono e di tutte le altre utenze (ad esempio quelle per pay-tv, abbonamenti alla rete internet, abbonamenti alla televisione in streaming e online come Netflix, ecc.).

LA NOTIFICA:
La giurisprudenza in merito alla notifica della raccomandata ricevuta, sembra, essere non abbastanza chiara visto che come è accaduto nel 2017 il comune di Milazzo rispondeva alle lettere dei cittadini spiegando la mancanza di validità della data di notifica, ma per qualcuno invece, questo è applicabile solo nel caso di atti giudiziari e non per le raccomandate. Per qualsiasi informazione ( accettazione e notifica ) sulla raccomanda ricevuta basta visitare il sito di poste.it e scrivere il codice di spedizione nell'apposito riquadro. La data di notifica non deve essere successiva al 31/12/18, in caso di eventuali contestazioni si deve provvedere ad effettuare ricorso alla commissione tributaria affrontando ulteriori costi.  


ESEMPIO LETTERA:


Spett.le Comune di Milazzo
Settore ............

con riferimento alla vostra richiesta di pagamento della bolletta n. … del … con scadenza …/…/……, si fa presente che nulla vi è dovuto per decorso di 5 anni dalla predetta data, essendo infatti decorsi i termini di prescrizione. 

Vi invito dunque a non richiedere il pagamento di altre somme a voi non dovute.

Milazzo, li ............              Distinti saluti


Firma



MODELLO IMU
Istanza modello Comune di Milazzo in word:
Istanza in autotutela per annullamento o rettifica 
imposta comunale sugli immobili (I.C.I.)

sabato 8 dicembre 2018

Minibasket Milazzo, Delicata Trasferta nel Capoluogo di Provincia


AMATORI MESSINA – IL MINIBASKET MILAZZO: SFIDA PER PUNTI PESANTI IN CHIAVE SALVEZZA

Il Minibasket Milazzo, senza l’infortunato G. Spanò, nell’undicesima giornata del campionato di Serie C Silver, affronterà la delicata trasferta nel capoluogo di provincia con l’obiettivo di conquistare un risultato positivo.

“Gara fondamentale per finalizzare tutti gli sforzi di questa difficile prima parte di stagione. Dobbiamo riprendere i punti persi per strada per varie vicissitudini – spiega il DS Nello Principato – già da domenica, facendo esperienza degli errori e delle ingenuità commesse.

Abbiamo appurato di avere i mezzi per vincere, ci manca la convinzione e la concentrazione per arrivare alla fine con la stessa determinazione con cui approcciamo l’incontro”.

Sia i biancorossi che i neroarancio sono reduci da una sconfitta interna. Milazzo, ancora a 0 punti, getta alle ortiche una gara condotta in maniera egregia per i primi due quarti: raggiunta nella terza frazione, nel finale di partita, sul fil di sirena, viene punita da una tripla realizzata dal Cocuzza San Filippo. Messina, con 2 punti in classifica, non riesce a far valere il fattore campo sull’Acireale che, meritatamente, si aggiudica l’incontro.
“Non sarà una partita facile –dice il coach Peppe Pirri – Entrambe le squadre sono alla ricerca di punti e per certi versi l’esito dell’incontro rappresenterà un importante crocevia per il campionato di due pretendenti alla salvezza. Siamo consci di tutto ciò e per questo, dobbiamo approcciare questa gara e alle altre che ci aspettano da qui in avanti come se fossero tutte delle finali”.

Dello stesso avviso il centro Aaron Guzman: “I risultati sinora ottenuti non rispecchiano in realtà il reale valore della squadra.

Continuiamo a lavorare per migliorare ed essere più uniti e motivati. La partita di domenica è importante per la posta in gioco ed entrambe le formazioni hanno bisogno di vincere. Faremo di tutto per portare a casa il risultato.

Arbitreranno l’incontro i signori Di Bella Antonino di SanFilippo del Mela (ME) e Barbagallo Daniele di Acireale (CT).