sabato 25 gennaio 2020

Milazzo. Consegnata Area Ponente per Sistemare Rete Blocca-Rifiuti


Consegnata l’area di Ponente per sistemare la rete blocca-rifiuti

L’impresa C.T.F. di Barcellona ha preso possesso questa mattina delle aree interessate dalla presenza della discarica al fine di avviare i lavori finalizzati alla sistemazione della rete che dovrà “contenere” la spazzatura evitando che la stessa alla prima mareggiata finisca in mare.

Un intervento che appare tutt’altro che semplice sia per l’estensione del sito da mettere sotto protezione, sia perché la zona è facilmente “aggredibile” dai marosi e quindi sarà opportuno procedere a delle importanti opere di sicurezza.

L’intervento di somma urgenza sarà comunque seguito dai tecnici della Protezione Civile che ieri sono stati a Milazzo assieme all’Arpa, al Genio Civile e alla Capitaneria di porto in occasione della consegna delle aree.

“La Protezione Civile – ha detto il sindaco Formica – ha dato questa mattina tutte le indicazioni necessarie per procedere al contenimento dei materiali riscontrati, al fine di impedire che gli stessi possano essere trascinati in mare . Questo era quanto concordato per l’immediato ma è chiaro che adesso occorre avviare la fase due che è quella della rimozione dei rifiuti. Nel frattempo attendiamo anche l’esito della caratterizzazione dei rifiuti sulla scorta di quanto emerso dalle operazioni di carotaggio effettuate nell’area compresa tra l’incrocio di via Feliciata ed il ponte Mela”.

Milazzo. Piscina Comunale Consegnata ai Nuovi Gestori sino al 2023


Piscina comunale, formalizzata la consegna dell’impianto al gestore

Gli uffici comunali hanno consegnato ai rappresentanti della società “Asd Sporting club San Giovanni Milazzo” - che ha anche provveduto al deposito della fideiussione - le chiavi della piscina o per consentire l’avvio dei lavori indispensabili per poter far ripartire l’impianto di contrada Valverde già entro la fine di febbraio. 

Solitamente infatti il termine assegnato è di 30 giorni, ma i nuovi gestori sono intenzionati a bruciare le tappe, tant’è che hanno aperto un ufficio per fornire delle informazioni e procedere alle iscrizioni dei numerosi utenti che ormai da oltre sei mesi sono costretti a fare i salti mortali per andare a nuotare sia per finalità sportive che terapeutiche.

Dalla riapertura non dovrebbero esserci più problemi visto che la concessione del servizio di gestione della piscina comunale sarà sino al 2023 e quindi per un triennio tutto dovrebbe procedere nel modo migliore. Il canone che dovrà essere versato annualmente al Comune ammonta a 14.630 euro.

Il nuovo gestore, che nella gara svoltasi nel 2013 si era classificato al secondo posto e che, per questo, è stato interpellato dal Comune, ha dovuto accettare l’impianto nello stato di fatto in cui si trovava e ad assumere ogni onere e responsabilità riguardo a permessi, autorizzazioni e quant’altro necessario sotto il profilo amministrativo, sanitario e tecnico» per il funzionamento della piscina stessa.

giovedì 23 gennaio 2020

Milazzo. Bonifica Discarica Ponente, Domani Consegna dell'Area

Domani – venerdì 24 – la consegna dell’area di Ponente per sistemare la rete blocca-rifiuti

Discarica sul terrapieno, l’Arpa ha completato il carotaggio e domani si procederà alla consegna delle aree all’impresa che dovrà effettuare l’intervento di somma urgenza per il contenimento dei rifiuti in attesa della bonifica.

Lo ha comunicato il dipartimento regionale di Protezione Civile al sindaco Formica.

Il primo cittadino sarà presente alle 10,30 sui luoghi, assieme alla Capitaneria di porto, all’Arpa, al demanio e al Genio Civile, per fornire alla ditta incaricata, la C.T.F srl di Barcellona, le indicazioni necessarie per procedere al contenimento dei materiali riscontrati, al fine di impedire che gli stessi possano essere trascinati in mare in caso di ulteriori mareggiate ed evitare anche che il vento possa spargere nelle aree circostanti rifiuti più leggeri.

«Stiamo rispettando il cronoprogramma definito in occasione della riunione a Palermo presso l’assessorato al Territorio – afferma il sindaco Giovanni Formica - e dopo aver insieme all’Arpa effettuano una quindicina di carotaggi nell’area compresa tra l’incrocio di via Feliciata ed il ponte Mela, attendiamo di conoscere l’esito della caratterizzazione. Nel frattempo procederemo, grazie all’attività della Protezione civile, alla posa della rete che eviti che i rifiuti possano finire in mare auspicando che da Roma possano arrivare notizie positive circa i fondi da mettere a disposizione per bonificare l’area, adempimento prioritario per evitare di offrire nel periodo estivo questa immagine poco edificante».

Sui tempi il primo cittadino non si sbilancia, anche se appare evidente che i ritardi che stanno maturando, non consentendo neppure al Consiglio dei Ministri di deliberare lo stato di emergenza e quindi individuare le somme da stanziare, dipendono dalla necessità di definire una il danno che, inizialmente è stato immaginato in diversi milioni di euro. Ma ora occorre procedere all’esatta quantificazione.

Milazzo. Finanziamenti Castello: Nessuna Revoca, Progetti Ammissibili


Finanziamenti al Castello, "Nessuna revoca. I progetti sono risultati ammissibili ma le somme non sono mai state assegnate"


Con riferimento alle Linee di Finanziamento 6.7.1. e 6.7.2. sul Castello, l’Amministrazione comunale precisa che non c’è stata alcuna revoca di finanziamento in quanto non c’era stata assegnazione di somme al Comune. I progetti in questione infatti erano stati ritenuti ammissibili, ma poi non inseriti nelle graduatorie comunicate dall’assessorato regionale ai Beni Culturali.

In particolare per l’azione di finanziamento relativa all'innovazione tecnologica a servizio dei Luoghi della Cultura, giova puntualizzare che il progetto presentato dal Comune risulta essere il primo in graduatoria tra quelli non finanziati per insufficienza fondi. Il primo della provincia di Messina che, a differenza delle città metropolitane di Palermo e Catania, non ha ricevuto il finanziamento per alcun progetto. 

L’Amministrazione – così come anticipato dall’assessore al Turismo, Pierpaolo Ruello – farà valere le ragioni della città di Milazzo nelle sedi opportune per quanto riguarda proprio l'innovazione tecnologica a servizio dei Luoghi della Cultura. E ciò alla luce anche dell’ultima nota del dipartimento regionale dei Beni culturali che in modo stringato comunica che a seguito dei rilievi della Ragioneria generale, i due decreti relativi all’erogazione dei finanziamenti “sono privi di efficacia”. Partita dunque che potrebbe riaprirsi. 

Pertanto il concetto di revoca a questo punto riguarda tutte le municipalità interessate.

martedì 21 gennaio 2020

Milazzo. Educazione alla Legalità, Quarta Edizione del “Se si insegnasse la bellezza”


Educazione alla legalità, quarta edizione di “Se si insegnasse la bellezza”

Al via la quarta edizione della rassegna “Se si insegnasse la bellezza”, percorso di educazione alla legalità organizzato dagli assessorati alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Giovanili della Città Milazzo in collaborazione con l'associazione Magico coordinata da Claudia Bruno.

Il progetto, che coinvolge tutte le scuole cittadine di ogni ordine e grado, si colloca nell’ambito del percorso di educazione alla legalità, promosso in tutte le scuole italiane e "consiste - afferma l'assessore alla Cultura e alla pubblica istruzione di Milazzo Salvo Presti-nella rilettura di alcune pagine sanguinose e tragiche della storia del nostro paese attraverso però la prospettiva di un positivo messaggio di speranza, valorizzando storie di giornalisti, magistrati, sacerdoti, uomini e donne che rappresentano esempi di persone che hanno lasciato una traccia luminosa nel cammino della vita."

Un percorso non solo didattico ma educativo, con lo sguardo rivolto ai valori della bellezza a cui rimanda la straordinaria frase di Peppino Impastato che dà il titolo alla rassegna.
L’arte, sotto forma di cinema e teatro, come strumento di accrescimento culturale ma anche e soprattutto come strumento di sviluppo di una coscienza civica e sociale. Ma non si tratta solo di mafia, il progetto abbraccia il tema della legalità in ogni suo aspetto: dalle trasformazioni delle mafie nel tempo al bullismo, dal femminicidio alla delinquenza giovanile, dall'educazione civica al rispetto per l'ambiente.
Il primo spettacolo della rassegna “I cunti del mare” racconta proprio di quest'ultimo argomento, collegandosi al recente riconoscimento della città di Milazzo di Area Marina Protetta.
L'altro spettacolo di teatro “Mio padre un magistrato” ripercorre la vita di Rocco Chinnici e per i più piccoli, lo spettacolo “Fortuna dove sei” ricostruisce un percorso di crescita personale.

Anche la scelta delle proiezioni cinematografiche spazia dalla mafia con “Fortapasc” al femminicidio con “L' amore rubato”, dalla diversità con il cartone animato “Khumba” all'importanza di scegliere la retta via con il film “Liberi di scegliere”.

Come per le precedenti edizioni, la rassegna prevede degli incontri di teatro e cinema seguiti da un dibattito attraverso il quale i ragazzi e i vari ospiti possono approfondire i temi trattati.

Per questa quarta edizione alcuni degli ospiti presenti saranno: il prof. Francesco Pira, il Presidente dell'AMP Giovanni Mangano, la dott. Santina Lombardo, la dott. Federica Paiola.

Milazzo.“Risorgimento Digitale” di TIM, il 27 Gennaio Tappa in Città


Risorgimento digitale” di TIM, lunedì 27 gennaio tappa a Milazzo

La città del Capo si prepara ad accogliere l’operazione “Risorgimento Digitale” il grande progetto di educazione digitale promosso da TIM che coinvolgerà in un tour itinerante 107 province italiane per offrire a tutti i cittadini l’opportunità di acquisire strumenti concreti e di base per utilizzare Internet e tutte le sue potenzialità. In Sicilia le città scelte sono state nove: Milazzo sarà la nona e ultima tappa, lunedì prossimo – 27 gennaio – .

Un appuntamento che prevede diverse iniziative a cominciare dalla presenza di una “scuola mobile” in piazza e corsi di formazione gratuiti in aula per la cittadinanza: tre incontri di due ore per imparare come fare una videochiamata con i parenti lontani, trovare su internet tutte le informazioni che servono, accedere a prenotazioni sanitarie, scattare foto da condividere con gli amici oppure iscriversi ad un social network e avere la email personale.
Il sindaco Giovanni Formica è tra gli amministratori che hanno aderito all’iniziativa, consentendo di attivare corsi di formazione gratuiti nella città, in aule comunali e scolastiche. L’obiettivo è insegnare a usare Internet e le nuove tecnologie a chi è ancora poco digitale.

«Ci fa piacere che Tim abbia scelto Milazzo come tappa di questo importante progetto di alfabetizzazione digitale – ha dichiarato il sindaco Formica -. Abbiamo dato la piena disponibilità a supportare le iniziative che, in quei giorni, saranno promosse sul nostro territorio. Invito i cittadini a cogliere questa opportunità, peraltro totalmente gratuita. Tutti ormai dobbiamo essere al passo coi tempi e adeguarci ai nuovi canali di comunicazione e interattività gestiti attraverso internet».

La “scuola mobile” di Tim sosterà sul lungomare Marina Garibaldi da lunedì prossimo a venerdì 31 dalle 9,30 alle 19. Il corso, tenuto da formatori Tim, è articolato in 3 moduli da 2 ore e coinvolgerà i partecipanti per 1 giorno a settimana per 3 settimane consecutive. Il percorso formativo è suddiviso in tre moduli e gli iscritti potranno scegliere il giorno in cui, per tre settimane, seguiranno le due ore di lezione quotidiana per diventare cittadini di Internet. Al termine della formazione sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
I corsi iniziano il 03 di febbraio. È necessario iscriversi poiché i posti sono limitati.

Per iscriversi basta contattare il numero verde 800.860.860, attivo tutti i giorni dalle 8 alle 20, oppure cliccare su questo link https://prenota.iltuocorso.it/Home/Pubblico/SelezioneRegione e inserire i dati richiesti, dopo aver selezionato la regione di riferimento.

Per ulteriori chiarimenti non esiti a scriverci all’indirizzo e-mail operazionerisorgimentodigitale@lafabbrica.net

sabato 18 gennaio 2020

Milazzo. Successo per lo Spettacolo Cabaret del Trio "I Respinti"

Risate a crepapelle sul palco del Marilyn La Disco di Milazzo: ieri, venerdì 17 Gennaio, è andato in scena lo spettacolo del trio comico "I Respinti".

Ospiti della serata i tre palermitani Dario Terzo, Rosario Alagna e Piero Salerno conosciuti dal grande pubblico per sketch diventati ormai celebri nel mondo del cabaret di casa nostra - soprattutto grazie al programma "Sicilia Cabaret" - tra cui quello delle carte siciliane, quello del ballerino Piero Dance e quello dello pseudo attore Gianni Lattore

Il trio ha allietato il pubblico presente con inediti sketch e simpatici siparietti in uno spettacolo tutto da ridere, trascorrendo una serata all'insegna del divertimento con scene, da loro realizzate, dinamiche, divertenti e fantasiose, una comicità giovanile ricca di battute esilaranti.

Lo spettacolo fa parte della stagione cabaret 2020 del Marilyn La Disco di Milazzo. Serata densa di comicità resa possibile grazie all'impegno dell'imprenditore Ninni Cianciolo e la collaborazione del presentatore Luciano Fraita.

venerdì 17 gennaio 2020

Milazzo. Sabato Spettacolo di Beneficenza “Un Mondo Migliore”


Sabato al “Trifiletti” lo spettacolo di beneficenza “Un mondo migliore”

Andrà in scena sabato 18 gennaio alle 20,30 al teatro Trifiletti lo spettacolo “Un mondo migliore” promosso dall’Aipd e dal Comune di Milazzo con la collaborazione di altre associazioni. 

La serata era prevista il 13 dicembre ma è stata rinviata in segno di lutto per la tragica scomparsa del giovane musicista milazzese Claudio Paci. Lo spettacolo prevede ballo, canto e moda. Presenterà Francesco Anania. Prevista la partecipazione di Mimmo Ambriano, Luca Sindoni, Chiara Rizzo, Gesuè, Riky Rotondo, Gabriella Bisignano e della Star dance accademy.

L’ingresso sarà gratuito ma è prevista una raccolta di fondi per sostenere una iniziativa benefica.

L’assessore ai servizi sociali, Giovanni Di Bella ha auspicato una massiccia partecipazione di cittadini e annunciato che nel corso della serata si procederà alla premiazione di associazioni che si sono distinti nel sociale per la sinergia con l’Amministrazione.

Milazzo. Presentata la Mappa Realizzata dall’Associazione Mosaico







Presentata la mappa informativa realizzata dall’associazione Mosaico

Una dettagliata mappa informativa “MAP, , redatta in doppia lingua, illustra il complesso monumentale del Castello e da adesso quindi la cittadella fortificata si arricchisce di un nuovo studio, da considerare punto di partenza, per rendere più accessibile e fruibile al massimo la visita del monumento, e che si rende preziosa soprattutto per i turisti.

A presentarla ed illustrarla in conferenza stampa al Comune sono stati l’assessore al turismo Pierpaolo Ruello e la rappresentante dell’associazione culturale il “Mosaico” Lucrezia Muscianisi. 

L’iniziativa all’interno del progetto “Sviluppo, turismo, territorio”, curato proprio dall’associazione. Nel presentare la mappa informativa, con progetto grafico elaborato dal designer Stefano Giunta, materiale fotografico donato da Angelo Ciccolo e realizzazione con il supporto della tipografia Lombardo, l’assessore Ruello, presente anche Costanza Rizzo, rappresentante dell’associazione guide turistiche, ha riferito dei vari eventi e delle diverse offerte d’intrattenimento di cui nel tempo si è resa protagonista l’associazione, che opera sin dal 2016 nel Castello di Milazzo.

E, proprio partendo da quell’anno, l’assessore Ruello ha comunicato l’incremento di presenze, fino a raggiungere la quota di oltre 20 mila, non tenendo conto dei visitatori delle festività che consentono l’accesso gratuito al complesso monumentale, per cui nello spazio di circa un quinquennio il trend in crescita fa registrare oltre 100 mila presenze di visitatori all’interno della cittadella fortificata.

La brochure bilingue non è da considerare comunque esaustiva –ha aggiunto Ruello- e ciò sarà possibile anche con investimenti che saranno assicurati dal punto di vista tecnologico, che daranno input ed incremento di sicuro pure a veicolare l’importanza, la bellezza e l’imponenza del Castello ben oltre i confini territoriali.

Quindi, un accenno alla presenza alla Bit di Milano, ed ancora ai pacchetti che potranno essere messi in campo in sinergia con Autorità Portuale ed Area Marina Protetta.
La mappa è stata illustrata come strumento di informazione da Lucrezia Muscianisi, anticipando che è prevista la trasformazione in formato digitale, dando al tempo stesso anche riscontro dell’incremento di presenze straniere al Castello di Milazzo. Nel parlare della mappa la Muscianisi ha riferito delle competenze impegnate nella sua creazione e si tratta di soggetti che hanno studiato la cittadella, facendo però del loro studio un punto di partenza per ulteriore sviluppo della stessa.

Infine, facendo cenno all’attività svolta dall’associazione culturale Mosaico all’interno del Castello, Lucrezia Muscianisi ha anticipato la prossima organizzazione di una nuova edizione dell’evento estivo “Mish Mash Festival” che si svolgerà al Castello dal 9 all’11 agosto. Un progetto che sarà identificato, come per il passato, nella presenza di gruppi musicali che assicureranno un cartello pieno di cantanti che, di sicuro, assicureranno una manifestazione ricca di tanta buona musica. 

E in proposito è stato fatto presente come 2 delle band, “Pinguini Tattici Nucleari, Eugenio in Via Di Gioia”, che si sono esibite già nella passata edizione saranno in concorso al prossimo Festival di Sanremo.

Milazzo. Area Marina Protetta, Molto Partecipato l’Incontro al Trifiletti


Area marina protetta, tra tutela ed opportunità. L’incontro al “Trifiletti”

Molto partecipato questa mattina l’incontro al teatro Trifiletti organizzato dal Consorzio di gestione dell’Area marina protetta. All’iniziativa hanno partecipato gli studenti appartenenti ai tre istituti scolastici cittadini, accompagnati dai dirigenti scolastici e dai docenti.

Una giornata avente finalità divulgativa – come ha sottolineato in apertura il presidente dell’Amp, Giovanni Mangano – evidenziando l’importanza per la città di Milazzo di ospitare un’Area marina protetta. “L’Amp è sicuramente una grande occasione non solo per preservare l’habitat marino e costiero, ma anche la svolta che consente di invertire il modello di sviluppo dell’intero comprensorio di Milazzo verso una soluzione ecocompatibile ed eco-sostenibile. Sono certo che la corretta gestione della Riserva possa rappresentare occasione di sviluppo per la nostra città ma anche una conquista importante per il territorio che si arricchisce di un sistema di tutela del mare che produrrà gradualmente un notevole indotto sulle politiche occupazionali legate al turismo di settore».

Quindi, dopo la proiezione di un video a cura della Capitaneria di porto, sono seguite le relazioni degli ospiti, coordinate dall’assessore al turismo, Pierpaolo Ruello il quale ha ribadito la sinergia che l’Amministrazione ha deciso di portare avanti assieme al Consorzio dell’Amp per promuovere la città di Milazzo, annunciando in tal senso la partecipazione alle prossime Fiere del turismo e di settore in programma a Milano e a Bologna.

Il primo intervento è stato quello del presidente nazionale di Federparchi, Giampiero Sammuri il quale ha cercato di coinvolgere i ragazzi parlando di biodiversità e difesa dell’habitat naturale della flora e della fauna. Le Aree marine protette, in particolare italiane rappresentano una eccellenza del Mediterraneo e richiederebbero anche sostegni economici più consistenti di quelli che hanno. A Milazzo l’Area Marina Protetta deve giocare un ruolo fondamentale per un utilizzo sostenibile del territorio, che significa produrre meno rifiuti e procedere in maniera ordinata allo svolgimento delle attività nello spazio marittimo”.

Salvatore Livreri dopo un focus generale sulle Aree marine (la Sicilia ne ha sette) ha sottolineato che sono due le direttrici sulle quali esse si fondano: la conservazione dell’ambiente e l’erogazione del lavoro. “Si tratta di nuove fonti occupazionali sostenibili – ha detto - in quanto è risaputo che la governance dell’ambiente rappresenterà il settore dove ci saranno i maggiori investimenti. E ha ricordato le notevoli opportunità di attingere a finanziamenti comunitari. Poi ha raccontato la positiva esperienza dell’Amp delle “Isole Egadi” invitando gli attori della nuova Riserva marina a “spingere sulla qualità, non sulla quantità, con attività volte a raggiungere una certificazione di qualità in tutti servizi, che poi è esattamente quello che il turista oggi si aspetta”.

Il direttore di Marevivo, Carmen Di Penta ha detto che sono state seguite tutte le Aree marina. Per la prima volta entriamo a far parte a Milazzo. L’Area marina è piccola è molto interessante quella dalla quale cominciamo per andare alle Eolie dove c’è un grande mare da proteggere. C’è una frammentazione, vi sono tante resistenze, ma siamo fiduciosi per il futuro. Marevivo da anni si occupa della protezione dell’habitat marino e costiero ed è già attiva con progetti di educazione ambientale, itinerari in natura e campus in diverse riserve marine. Adesso avremo la possibilità di svolgere le nostre attività anche in questa Area marina protetta dal grande valore naturalistico. Per noi è un ottimo risultato e lavoreremo in sinergia con il Comune e l’Università di Messina coinvolgendo biologi, naturalisti, geologi ed esperti di conservazione ambientale per sensibilizzare sulla tutela dell’ecosistema marino”.

All’incontro hanno dato pure il loro contributo Mauro Alioto (Blunauta), Carmelo Isgrò (Muma), Giuseppe Ruggeri (Legambiente), Valentina Agnesi (club 2050) e Calogero Ficili presidente del Rotary di Milazzo.